logo



ARTISTS EXHIBITIONS NEWS PUBLICATIONS CONTACT


MARCOS LUTYENS, PUSHED
More


  • Marcos Lutyens, Blissful Scarcity Swarming Clocks, 2013

(for the english version please scroll down)


MARCOS LUTYENS

PUSHED

Chambers Fine Art of Beijing | 22 febbraio – 23 marzo, 2014

La Chambers Fine Art ha il piacere di annunciare l'inaugurazione di "Pushed", di Marcos Lutyens, il 22 febbraio 2014. In questo corpus di lavori, creati specificamente a Pechino per la Chambers Fine Art, Lutyens indaga l'impatto che i testi, gli SMS e le notifiche hanno sulla nostra psiche. Le nostre vite sono diventate caleidoscopiche tanto che molte tracce convergono su di noi, facendo crollare la distanza e lo spazio nel palmo della nostra mano. Ogni volta che arriva una notifica, un messaggio, in una sequenza data, viene rilasciato un afflusso di dopamina che genera un ciclo di ricerca e ricompensa.

I lavori in mostra includono "Cycles": su uno sfondo di tela grezza, le notifiche di Twitter, What's App, We Chat e altre app generano un sistema parametrico di gocce mentre la tela ruota lentamente.
Le gocce "codice" colorate convergono in un lento movimento centripeto e creano complessi pattern di associazioni, proprio mentre le successione delle notifiche che riceviamo sul nostro telefono guida inconsciamente la dopamina e i circuiti oppioidi muovendosi così tra l'ossessione e la dipendenza. 
In questo modo, le tele diventano specchio dei processi del subconscio emozionale che vengono liberati nei nostri corpi durante il giorno.

Durante l'inaugurazione della mostra, il 22 febbraio, una performance live dell'artista, "Pacemaker", porterà questo ritmo di notifiche nella galleria in tempo reale: ogni suono di queste innescherà una sequenza di eventi che trasformerà il suono in una mostra visuale, esternalizzando e ritualizzando un processo che viene solitamente vissuto in modo individuale. Ci saranno diverse dimostrazioni dal vivo ogni Sabato pomeriggio dalle 15 alle 16, durante la mostra.

"Circatextian", il film nella project room, sostituisce i nostri naturali ritmi circadiani con un processo di azzeramento, così ogni volta che si sente un suono, questo viene combinato con un flash di luce proveniente dai recettori della luminosità presenti nell'occhio, e ci conduce quindi verso un nuovo tipo di orologio sintonizzato con le notifiche invece che con il nostro ciclo notte/giorno.

 

(english version)

MARCOS LUTYENS

PUSHED

Chambers Fine Art of Beijing | February 22 – March 23, 2014

Chambers Fine Art is pleased to announce the opening on February 22, 2014 of Marcos Lutyens: Pushed. In this body of work, created specifically in Beijing for Chambers Fine Art, Marcos Lutyens explores the impact that texts, SMS’s and push notifications have on our psyche. Our lives have become kaleidoscopic as so many impressions converge on us, collapsing distance and space into the palm of our hand. As each push arrives, in a given sequence, a dopamine rush is released generating a cycle of search and reward.

The works in the exhibition include pushed ‘Cycles’: on a raw, concrete-like canvas background, push notifications from Twitter, What’s App, WeChat and other app’s generate a parametric system of drips as the canvas slowly rotates. The color-coded drips converge in a slow centripetal movement and create complex patterns of associations, just as the succession of pushes that we receive on our ‘phones drive unconscious dopamine and opioid loops that lie somewhere between obsession and addiction. In this way, the canvasses become a mirror to the subconscious emotional processes that are unleashed in our bodies throughout the day.

At the opening of the exhibition on February 22, a live performance by the artist, ‘Pacemaker’, brings this cadence of pushes into the gallery in real time, as each notification chime triggers a sequence of events that transform sound into a visual display, externalizing and ritualizing a process that is usually experienced internally and individually. There will be further live demonstrations every Saturday afternoon between 3 and 4pm during the exhibition.

‘Circatextian’, a film in the project room, replaces our natural circadian rhythms with a phase resetting process, as each time a chime is heard and felt, it is matched by a flash of light which is processed by brightness receptors in the eye, thus entraining us to a new type of clock tuned to the pushes instead of our night/day cycle.

http://www.chambersfineart.com/exhibitions/2014/Marcos_BJ/image-5.shtml