logo



ARTISTS EXHIBITIONS NEWS PUBLICATIONS CONTACT


DANIEL GONZÁLEZ | XXII TRIENNALE DI MILANO ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE
More


  • Daniel González, KayCasaMaisonHome, 2019, Exhibition view, Haiti Pavilion, XXII Triennale di Milano International Exhibition, Triennale di Milano, Milan

  • Daniel González, KayCasaMaisonHome, 2019, Exhibition view, Haiti Pavilion, XXII Triennale di Milano International Exhibition, Triennale di Milano, Milan

DANIEL GONZÁLEZ
"Mi Casa Tu Casa - Reversal Haiti House", 2019
"Mi Casa Tu Casa - Building Memory", 2019
architetture effimere

XXII Triennale di Milano Esposizione Internazionale
Broken Nature: Design Takes on Human Survival

Padiglione Haiti – KayCasaMaisonHome
a cura di Mariano Pichler

Triennale Milano
Viale Alemagna 6 
20121 Milano

Inaugurazione: 27 - 28 febbraio, 2019
Opening: February 27th - 28th, 2019

1 marzo - 1 settembre 2019 | March 1st - September 1st, 2019 

IT
Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus è lieta di rappresentare Haiti in occasione della XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano. La Fondazione Francesca Rava, che rappresenta in Italia l’organizzazione internazionale Nuestros Pequeños Hermanos (N.P.H) e la Fondazione Saint Luc di Haiti, vuole attirare ancora una volta l’attenzione sulla difficile realtà della popolazione haitiana, che ogni giorno lotta con una profonda miseria, resa più grave dai disastri naturali come il terribile terremoto del 2010 e i devastanti uragani che periodicamente si abbattono sull’isola. In continuità con la partecipazione di Haiti alla XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano del 2016 con “La casa come diritto. Dalla lamiera al mattone, l’architettura in risposta ai bisogni dell’uomo”, il Padiglione Haiti sottolinea l’impegno della Fondazione nel progetto di riqualificazione e ricostruzione Fors Lakay – “La forza della casa e della famiglia”, in creolo, che supporta nello slum della capitale Port-au-Prince.

In Haiti la natura è forte e a volte matrigna, in un paese che già cerca di sopravvivere e affrancarsi dalla povertà e dalle malattie, tra rivolte sociali e instabilità politica. A Cité Soleil più di 300.000 persone vivono in baracche, spazzate via dalle inondazioni e dalle forti piogge: con il supporto dall’Italia e il lavoro della comunità locale sono state costruite circa 250 casette in muratura nell’ambito del progetto Fors Lakay, per restituire dignità a un numero crescente di famiglie e offrire un luogo pulito e sicuro ai bambini che giocano tra fango e immondizia.

Nel Padiglione Haiti - KayCasaMaisonHome, curato da Mariano Pichler, i visitatori sono invitati ad attraversare l'architettura effimera Mi Casa Tu Casa - Reversal Haiti House dell'artista argentino Daniel González, una casa fatta di oggetti quotidiani che mostra ciò che ha di più caro, portando la dimensione interna al suo esterno. Questa Kay dialoga con Mi Casa Tu Casa - Building Memory, un muro portante che include nella propria architettura i ricordi di momenti vissuti. Proponendo un confronto tra una casa precaria fatta di lamiere e una casa fatta di mattoni in un continuo scambio emozionale visivo e ambientale, l’installazione denuncia il diritto a un’abitazione dignitosa, non solo un riparo sulla testa, ma un luogo in cui vivere come essere umani, dove poter nutrire ricordi ed emozioni.

Questa Kay è abitata dai suoni di Haiti che Chiara Luzzana, artista sonora e compositrice, ha creato combinando campionature sonore ad una minuziosa programmazione in grado di trasformare immagini di vita haitiana, in musica. Le rime dei ragazzi della comunità di Fors Lakay si fondono ai suoni nelle stanze dell’Ospedale Pediatrico NPH Saint Damien. Le risate dei bambini vengono interrotte dall'impeto di una natura che all'improvviso distrugge tutto. La colonna sonora Haiti Sounds è divisa in quattro momenti e alterna speranze e precarietà in un viaggio sonoro che avvolge il visitatore.

Stefano Guindani, da anni al fianco della Fondazione Francesca Rava, con i suoi scatti più suggestivi di Saut d’Eau, uno dei luoghi più affascinanti e potenti di Haiti, cattura un importante momento collettivo della popolazione haitiana che unisce sia cattolici che vudù: l’immersione purificatrice nelle cascate sacre, dove la natura torna ad essere una buona madre e dove la potenza dell’acqua, elemento chiave dell’identità culturale dell’isola, sorprende lo spettatore.

Con il supporto di Gruppo Eco Eridania, main partner e ai partners Clear Channel, Gucci, Ruggero Morandini, PBA
Partner tecnici: I.S.A.C., Giuseppe Mangarelli, Melzi e figli, Modulcasa Line
Courtesy: Boccanera Gallery
Con il patrocinio dell'Ambasciata di Haiti in Italia e Commissione Europea

Durante l’Esposizione la Fondazione organizzerà delle visite guidate.

Per informazioni contattare : www.nph-italia.org, tel. +39 0254122917
Instagram: @fondazione_rava, Facebook: fondazionefrancescarava

Commissario: Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus; Delfina Boni, Responsabile Progetti Culturali; Maria Chiara Roti, Vice Presidente; Curatore: Mariano Pichler; Autori: Daniel González, Stefano Guindani, Chiara Luzzana; Coordinamento di progetto: Elena Girelli, Studio Daniel González, Inc.; Consulente Design: Lina Obregón; Produzione e allestimento: ALTOFRAGILE, Milano; Ufficio Stampa: Silvia Valigi; Main Partner: Gruppo Eco Eridania; Partners: Clear Channel, Gucci, Ruggero Morandini, PBA; Sponsor Tecnico: I.S.A.C., Giuseppe Mangarelli, Melzi e figli, Modulcasa Line; Courtesy: Boccanera Gallery, Trento - Milano.


EN
Francesca Rava Foundation – NPH Italy is pleased to represent Haiti at the XXII Triennale di Milano International Exhibition. Francesca Rava Foundation is representing the international organization Nuestros Pequeños Hermanos (N.P.H.) in Italy and the St. Luc Foundation for Haiti, and draws the attention to a country suffering dramatically from poverty and natural disasters, such as the major earthquake in 2010 and subsequent devastating hurricanes. In continuity with Haiti’s participation in the XXI Triennale di Milano International Exhibition in 2016 with The House as a Right. From Shack to Brick, Architecture in Response to Human Rights, the Haiti Pavilion outlines the humanitarian efforts made in a reconstruction and redevelopment project supported by the Francesca Rava Foundation in in the Cité Soleil slum in Port-au- Prince, under the title Fors Lakay – “The Strength of Home and Family” in Creole.

Nature is strong and sometimes destructive in Haiti. In a country already struggling for development through social revolts, political instability, and disease, where more than 300,000 people live in Cité Soleil, Port-au- Prince, in shacks that are frequently swept away by floods and heavy rains and where children play in mud and rubbish, the Fors Lakay project, with support from Italy and the work of the local community, has built 250 brick houses, restoring dignity to the people and providing a healthy place to for children to play.

In the Haiti Pavilion - KayCasaMaisonHome, curated by Mariano Pichler, visitors are invited to walk through the ephemeral architecture Mi Casa Tu Casa - Reversal Haiti House by Argentinian artist Daniel González, a house built with everyday Haitian objects that shows its most cherished possessions bringing the internal dimension to the outside. This Kay is in dialogue with Mi Casa Tu Casa - Building Memory, a load-bearing wall that includes living moments in its own architecture. Proposing a comparison between a house made of metal sheets and a house made of bricks, in a continuous visual and emotional exchange, the works suggest the right to a dignified home, rather than just a shelter, and a place to live as a human being and to have and preserve positive memories and emotions.

This Kay is inhabited by the sounds of Haiti that Chiara Luzzana, sound artist and composer, has created by combining sound samples with a meticulous programming that transforms images of Haitian life into music. The rhymes of the kids in the Fors Lakay community blend with the sounds from the rooms of the NPH Saint Damien Paediatric Hospital in Haiti. The children's laughter is interrupted by the impetus of nature which suddenly destroys everything. The soundtrack Haiti Sounds is divided into four moments, alternating hopes and precariousness in a sound journey that embraces the visitor.

Stefano Guindani, always at the side of Francesca Rava Foundation, captures an important social moment with his striking shots of Saut d'Eau, one of the most fascinating and powerful places in Haiti. Here Haitian people, both Catholics and voodoo practitioners, are united by the purifying immersion in the sacred waterfalls where nature is back to being a good mother and where the power of water, one of the key element of the island's cultural identity, surprise the viewer.

With the support of Gruppo Eco Eridania, Main partner and of Clear Channel, Gucci, Ruggero Morandini, PBA, Partners
Technical partners: I.S.A.C., Giuseppe Mangarelli, Melzi e figli, Modulcasa Line
Courtesy: Boccanera Gallery
With the patronage of the Embassy of Haiti in Italy and the European Commission

During the exhibition, guided visits will be organized by Francesca Rava Foundation.

For more information please contact : www.nph-italia.org, tel. +39 02 54122917
Instagram: @fondazione_rava, Facebook: fondazionefrancescarava

Commissioner: Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus; Delfina Boni, Cultural Project Manager; Maria Chiara Roti, Vice President; Curator: Mariano Pichler; Authors: Daniel González, Stefano Guindani, Chiara Luzzana; Project Management: Elena Girelli, Studio Daniel González, Inc.;  Design Consultant: Lina Obregón; Production and Set-Up: ALTOFRAGILE, Milano; Press Office: Silvia Valigi; Main Partner: Gruppo Eco Eridania; Partners: Clear Channel, Gucci, Ruggero Morandini, PBA; Technical Partner: I.S.A.C., Giuseppe Mangarelli, Melzi e figli, Modulcasa Line; Courtesy: Boccanera Gallery, Trento - Milano.