logo



ARTISTS EXHIBITIONS NEWS PUBLICATIONS CONTACT


RICHARD LOSKOT | GOLDEN RATIO
More


  • Richard Loskot, 2019, site specific with six mirror

RICHARD LOSKOT, GOLDEN RATIO
Solo Show

TIC Gallery
Radnická 4
658 78 Brno - CZ

A cura di | Curated by Katarína Hládeková, Marika Kupková, Zuzana Janečková, Markéta Žáčková

4 aprile - 4 maggio 2019 | April 4th - May 4th, 2019


Il programma di quest'anno nello spazio espositivo di Kontext è caratterizzato da significativi cambiamenti drammaturgici. Otto termini, in cui i progetti espositivi di vari artisti e curatori di solito si alternano sono stati affidati alla squadra curatoriale Café Utopia složení e l'unica personalità artistica a Richard Loskot. L'artista utilizzerà la specificità temporale e spaziale di questo formato per la graduale trasformazione del concept espositivo in otto passaggi.

Nella scelta del motivo centrale, l'artista ha proceduto da un parallelogramma di spirale salendo le scale e l'elica o la spirale. In questa costellazione spaziale semplice e senza pretese, commenta concetti complessi della percezione umana come il tempo, il progresso, l'apprendimento, il perfezionamento o persino l'evoluzione. La prima parte dell'intera serie di Loskot si basa sulla fisica del periscopio, con l'aiuto dello spostamento del raggio di luce ricevuto possiamo vedere l'angolo su due piani. In combinazione con il motivo a spirale, crea qualcosa come un salto in un altro spazio e tempo, che contrasta con gli spazi del corridoio "ordinari".

Il tema del tono è migliorato dalla gradazione della dimensione dello specchio nell'installazione. Analogamente, possiamo percepire questo cambiamento formale delle dimensioni come un riferimento allo zoom. Questa tecnologia di ingrandimento fornisce una concentrazione graduale sull'oggetto di interesse. Ma qual è il nostro oggetto? Chi c'è al piano superiore? E, cosa più importante, qual è lo zoom che ingrandisce la dimensione dello specchio, ma non ingrandisce e rimpicciolisce? Qual è la correlazione indiretta tra movimento fisico ascendente e movimento mentale attraverso gli specchi? Mentre scendiamo le scale incontriamo specchi sempre più grandi, l'oggetto stesso sembra minuscolo dal fondo del tunnel. Il motivo principale potrebbe essere la mancanza della capacità di abbracciare in modo completo la realtà a cui l'intera installazione ci ha assegnato, ma ciò che non può darci allo stesso tempo.