logo



ARTISTS EXHIBITIONS NEWS PUBLICATIONS CONTACT


THINK MORE ABOUT - DAYS OF SUSTAINABILITY 2013 | CINESCOPE - THE ART OF FREEDOM | May 23 - June 15,
More


macello-butch-ennial.tumblr.com/valentina-miorandi

(please scroll dows for English version)

23 maggio - 15 giugno 2013
Inaugurazione: mercoledì 22 maggio, ore 18
Ex-cinema Astra, Bressanone - Via Roma 11

Orari d’apertura
9.00 – 12.30 e 15.00 – 19.00
Lunedì chiuso

Artisti di Macello – Butch-ennial:
Piot Brehmer
Stefano Cagol
Giovanni Melillo Kostner
Valentina Miorandi
Marco Pietracupa
Hannes Vonmetz Schiano
Rüdiger D. M. Witcher

In collaborazione con il Prof. Filippo Carlo Ceretti, della Libera Università di Bolzano, sede di Bressanone

a cura di Martha Jiménez Rosano

Open City Museum presenta la proposta del collettivo Macello – Butch-ennial concepita specialmente per gli spazi interni dell’ex-cinema Astra di Bressanone nell'ambito della 3º edizione della Conferenza internazionale "think more about – Giornate della sostenibilità” che quest’anno ha per tema “L’arte della libertà”. L’iniziativa è promossa da Terra Institute, Centro Convegni Abbazia di Novacella, Libera Università di Bolzano, Università di Innsbruck e Centro Regionale di Competenza per l'Educazione allo Sviluppo Sostenibile riconosciuto dall’Università delle Nazioni Unite (UNU).

Open City Museum crea le condizioni per favorire la produzione culturale e artistica, facilita la collaborazione e il lavoro in rete, crea un ponte tra l’istituzione e gli attori indipendenti dell’arte, trova modi alternativi di gestione delle risorse per il raggiungimento di un obiettivo comune: animare la scena artistica locale con proposte innovative. Mette in evidenza il potenziale del capitale artistico, sociale e umano presente nel territorio, creando una piattaforma per il dialogo, la condivisione di esperienze e lo sviluppo sociale attraverso l’arte.

_mostra d’arte contemporanea
“CineScope – The art of freedom” è uno spazio dove il pubblico è invitato ad entrare in contatto con l’arte in modo diretto e partecipativo. Le opere sono il punto di partenza verso l’esplorazione di modi altri di concepire “l’arte della libertà” e il mondo in sé, in un terreno d’incontri e scontri dove l’arte torna ad avere una funzione simbolica per la società. “CineScope” provoca lo spostamento fisico e mentale del pubblico all’interno dell’Ex-cinema Astra, una costruzione del periodo fascista - oggi sotto tutela della Ripartizione beni culturali della provincia di Bolzano - che potrebbe diventare un centro deputato alla cultura e alla produzione artistica aggiungendosi all’offerta del territorio.

Gli artisti di Macello – Butch-ennial hanno creato opere ad hoc riflettendo sul concetto ‘l’Arte della Libertà’ in maniera libera e individuale, nonché in relazione con lo spazio architettonico e in piena armonia tra di loro. Partendo dall’insegnamento del filosofo ed economista John Stuart Mill per il quale 'siamo liberi soprattutto in quanto siamo in grado di scrivere la nostra vita, di impratichirci giorno per giorno nella difficile grammatica della scelta sino a imparare a scegliere con piena consapevolezza', la mostra intende porre l’accento sulla capacità dell’arte (1) di mettere in discussione lo status quo nella società contemporanea e 
(2) di avviare una riflessione intorno alle domande: in cosa consiste oggi l’essere liberi? È possibile misurare la libertà?

L’arte come energia che si trasforma - Durante i tre giorni del convegno “think more about”, dal 23 maggio al 25 maggio, sarà possibile interagire con un’opera allestita all'entrata dell'ex-cinema Astra: il pubblico è invitato a pedalare una bicicletta e a generare energia per l'accensione di lampadine. La bicicletta fa parte di un set per la ripresa video a cura dell’artista Giovanni Melillo Kostner, dove il pubblico può interagire mediante riprese video. Alla fine delle tre giornate tutte le riprese saranno raccolte e montate in un unico video che diventerà un’opera a sé aggiungendosi al resto dei lavori nell'ex-sala cinematografica. L’installazione cerca in primo luogo l’interazione del pubblico con l’artefatto e lo spazio, inoltre mira a ricordare la relazione tra arte e tecnica, sottolineando sia l’aspetto funzionale che quello creativo di quest’ultima. La pedana con il dispositivo d'illuminazione è un progetto concesso da Officina dell'Energia a cura del Prof. Gianpietro Gai della Facoltà di Design e Arti, Libera Università di Bolzano. La bicicletta è stata gentilmente concessa da Bici Alto Adige.

_laboratorio interattivo
"Write it on the wall! - Utilizzare l’oggetto d’arte come strumento conoscitivo e di riflessione per la crescita individuale e collettiva della società è un altro obiettivo di questa iniziativa, che in collaborazione con la Libera Università di Bolzano e Il Terra Institute, dedica uno spazio alla creazione di un laboratorio aperto al pubblico. Nell'ambito della mostra, uno specifico spazio è dedicato all'elaborazione di un "manifesto" dell'arte della libertà, nel quadro dei principi della cultura sostenibile e collaborativa. Per stimolare la sperimentazione di un pensiero e di un’azione espressiva davvero libera e responsabile, il pubblico è invitato a lasciare la propria traccia sui muri del workshop permanente ospitato nella sala del seminterrato.
L’artista Valentina Miorandi presenta una performance all’interno del laboratorio. Si tratta di un’opera viaggiante che parte dall’ex-cinema Astra facendo tappe in altri luoghi dove l’opera sarà partecipata dal pubblico  e ampliata nella sua composizione – Fack Festival di Cesena e Biennale del Mediterraneo – per tornare a Bressanone il 10 giugno con una storia da raccontare. Nei giorni di viaggio saranno riportati gradualmente gli spostamenti e sviluppi dell’opera.
Tutto il materiale prodotto avvierà il processo di costruzione condivisa del manifesto, che continuerà nel corso del tempo via web utilizzando il tag #cinescope. La cura scientifica del manifesto è a carico del Prof. Filippo Carlo Ceretti, della Libera Università di Bolzano, sede di Bressanone.

_discussione pubblica / art talk
Nell’ambito della mostra “CineScope” avrà luogo una discussione pubblica venerdì 07 giugno alle ore 20.00, nell’ex-cinema Astra: “Verso un Manifesto. Manifesti d’arte, performance e condotte sostenibili”. In collaborazione con Franz Magazine, che trasmetterà l’incontro in diretta dall’ex-cinema Astra via web streaming sul sito www.franzmagazine.com. Tutti i dettagli saranno comunicati a breve.

OPEN CITY MUSEUM
Iniziato nel 2011 con una proposta rivolta all’istituzione museale, di apertura e di progettazione partecipata per il coinvolgimento di tutta la società all’attività culturale e l’utilizzo dell’arte come strumento per lo sviluppo sociale, il progetto interculturale d’arte crea momenti di incontro fra i diversi membri della società che scaturiscano la conoscenza reciproca, il dialogo e la condivisione di esperienze. Riflette sui concetti di “museo” e di “spazio pubblico” come luoghi di cultura e di promozione dell’arte dove il pubblico è inteso come vero attore, parte basilare del sistema. Mostre d’arte, attività di mediazione museale, realizzazione di opere partecipate, mostre d’arte pubblica e momenti di discussione sono alcune delle azioni che caratterizzano questo approccio.

MACELLO – BUTCH-ENNIAL
Nasce a Bolzano nel 2012 con una mostra auto-organizzata e auto-finanziata presso una struttura dismessa in via macello 47, sulla scia dell’eredità dei loft newyorchesi degli anni ’60. Il pensiero centrale che sta dietro e dentro il progetto è la condivisione di una visione dell’arte libera, nella quale l’artista possa avvalersi dello spazio – fisico e mentale - necessario per esibire le proprie opere, con lo scopo di dare vita ad un’azione artistica non convenzionale. Dai principi di libertà e non convenzionalità, prende forma l’idea di un’unione sinergica tra linguaggi e forme dell’arte in ogni sua declinazione. È in quest’ottica, dunque, che il collettivo presenta il rapporto tra arte, società e comunicazione: ritrovarsi in uno spazio e interagire con esso, per riuscire a orientare, anche in modo pratico e non solo concettuale, i propri interessi e la propria creatività, nel contesto del Macello/Arte.

THINK MORE ABOUT – GIORNATE DELLA SOSTENIBILITÀ 2013
Nel 2013 le Giornate della sostenibilità vogliono ispirare e incoraggiare cittadini, economisti, politici a vivere ed agire in modo sostenibile. “L’arte della libertà”: ruotano intorno a questo tema le Giornate della sostenibilità, in programma per la terza volta dal 23 al 26 maggio a Bressanone. Oltre 40 relatori ed esperti dall’Italia e dall’estero si confronteranno su iniziative e progetti all’insegna della sostenibilità. Al centro delle Giornate è in programma un convegno per il mondo economico che ha l’obiettivo di informare imprenditori e cittadini interessati su innovativi modelli aziendali, economici e sociali e di incoraggiarli a pensare in modo sostenibile. Le mostre d’arte in programma offriranno a giovani e meno giovani la possibilità di scoprire e mettere in pratica uno stile di vita sostenibile.

CONFERENZA STAMPA
Presentazione della mostra “CineScope: l’arte della libertà” mercoledì 22 maggio alle ore 17.00 nel foyer dell’ex-cinema Astra. Il Prof. Filippo Carlo Ceretti presenta il laboratorio “Write it on the wall! - Verso un manifesto” e l’architetto Stefano Peluso interverrà sulla valorizzazione del patrimonio architettonico e storico e il ri-uso dei luoghi dismessi per la creazione di un luogo di cultura. Gli artisti saranno presenti.

La mostra “CineScope – L'arte della libertà” è stata sostenuta da:
Terra Institute | Enrico Giacomuzzi Gmbh - Kassensysteme, Hotelsoftware, Rigistrierkassen und Musiksysteme, Sistemi di cassa, Software per alberghi, Casse fiscali, Sistemi di musica | Huber Gmbh - Impianti elettrici e illuminazioni, Elektro- & Lichttechnik | MAL X von Gaetano Galluzzo Maler, Pittore | bauexpert SpA - costruire meglio - know how am Bau| Rubner Group & soligno Rubner – Holzhaus, Casa in legno | Leitner Solar & Leitner Electro AG | Südtirol Rad Bici Alto Adige – Fahrradverleih, noleggio bici | Ivo Records - recording & audio service | Mavis Folientechnik - Creativestudio & Werbewerkstatt | La Cantinota – enoteca

Contatto
Giovanni Melillo Kostner
press@opencitymuseum.com

Cuartel - Headquarters for art & culture
Viale Ratisbona 11
39042 Bressanone

www.opencitymuseum.com
info@opencitymuseum.com

 

(english version)

23 May - 15 June 2013
Opening: Wednesday 22 May, 6 pm
Ex-cinema Astra, Via Roma 11 - Bressanone/Brixen - South Tyrol, Italy

Opening hours
9.00 – 12.30 and 15.00 – 19.00
Mondays closed

Macello – Butch-ennial’s artists:
Piot Brehmer
Stefano Cagol
Giovanni Melillo Kostner
Valentina Miorandi
Marco Pietracupa
Hannes Vonmetz Schiano
Rüdiger D. M. Witcher

In collaboration with Professor Filippo Carlo Ceretti of the Free University of Bozen-Bolzano

Curated by Martha Jiménez Rosano

Open City Museum presents the proposal of the artist collective Macello - Butch-ennial created especially for the interior spaces of the ex-cinema Astra in the city of Bressanone/Brixen, South Tyrol (I). It is part of the 3rd edition of the International Conference "think more about - days of sustainability", whose theme this year is "The Art of Freedom." The initiative is promoted by Terra Institute, Convention Centre Abbey of Neustift, Free University of Bozen-Bolzano, Innsbruck University and Regional Centre of Expertise on Education for Sustainable Development recognized by the United Nations University (UNU).

Open City Museum creates conditions to foster the local cultural and artistic production, facilitates the collaboration and networking, creates a bridge between the institutions and independent actors of art, locates alternative ways of managing resources in order to achieve a common goal: to animate the local art scene with innovative proposals. It creates a platform for dialogue, for sharing of experiences and for the social development through art, highlighting the potential of the artistic, social and human capital present in the territory.

_ contemporary art exhibition
"CineScope - The Art of Freedom" is a space to come into contact with art in a direct and participatory way. The artworks are the starting point of an exploration towards other ways of imagining the world and conceiving "the art of freedom". It is an area where encounters and confrontations may happen, where art has again a symbolic function for society. "CineScope" aims to lead the audience to displacement, both physically and mentally, within the ex-cinema Astra, a fascist-era building  – today under the protection of the Cultural Heritage Office of the province of Bolzano. This historic building could become a center for cultural and artistic production that might enrich the cultural offer of the territory.

The artists of Macello - Butch-ennial have created their works reflecting on the concept 'The Art of Freedom' in relation to the architectural space, freely and individually, as well as in harmony with each other toward exhibiting together. Inspired by the philosopher and economist John Stuart Mill, who considered that 'we are free in so far as we are able to be authors of our lives, to familiarize ourselves day by day in the difficult grammar of choice, until we learn how to decide consciously’, the exhibition aims to emphasize the power of art (1) to challenge the status quo in contemporary society and 
 (2) to initiate a reflection on the questions: what does “to be free” mean today? Is it possible to measure freedom?

Art as transformed energy - During the three days of the conference "think more about", from May 23 to May 25, it will be possible to interact with an artwork installation by the artist Giovanni Melillo Kostner, at the entrance of ex-cinema: the public is invited to ride a bicycle and generate energy to turn on lamps. The bicycle is part of the set for a video shooting. At the end, the video clips will be collected and assembled into a single video that will become an artwork in itself. Il will be added to the rest of the exhibition in the central movie theatre room. The aim of the installation is to make the public interact with the artefact and the space, also to evoke the relationship between art and technology, especially emphasizing the functional and creative aspects of the last one. The illumination device platform is a project gently offered by the ‘Officina dell'Energia’ and the Professor Gianpietro Gai, Faculty of Design and Art of the Free University of Bozen-Bolzano. The bicycle is a courtesy of ‘Bici Alto Adige’.

_Interactive workshop
"Write it on the wall! – To use the art object as a cognitive tool for the individual and collective growth of the society is another goal of this initiative. In collaboration with the Free University of Bozen-Bolzano and Terra Institute, an interactive laboratory will be open to the public during the exhibition. At the laboratory a "manifesto" on the ‘art of freedom’ will be elaborated following the principles of a sustainable and collaborative culture. In order to stimulate thoughts and expressive actions, truly free and responsible, the public is invited to leave their ideas written on the walls of the workshop which will be temporarily housed in the basement room.

The artist Valentina Miorandi will present a performance as part of the laboratory. It consists in a piece work that starts a travel from the ex-cinema Astra, making some stops in other places where its composition will be expanded - Fack Festival of Cesena and the Mediterranean Biennale – to finally return to Bressanone on June 10, with a story to tell to the public.

The travel journey will be progressively reported. The produced material will initiate the participative process of the art manifesto’s construction. The process will continue over time on the web using the tag #cinescope. Professor Filippo Carlo Ceretti of the Free University of Bozen-Bolzano, is responsible of the scientific direction of the workshop.

_public discussion/ art talk
As part of the exhibition "CineScope", a public discussion will take place on June 7 at 8 pm, in the foyer of the ex-cinema Astra: "Towards a Manifesto. On art manifestos, sustainable conducts and performances”. In collaboration with ‘Franz Magazine’, the meeting will be transmitted live via web streaming on the website www.franzmagazine.com.

OPEN CITY MUSEUM
It was initiated in 2011 with a proposal addressed to museums as socio-cultural institutions, which consists of an approach of openness, co-planning and inclusion. Aimed to involve the whole society into the cultural offer and to use art as a tool for social development, Open City Museum creates moments of interaction between the members of society, where dialogue, mutual understanding and sharing of experiences take place. It reflects on the concepts of "museum" and "public space" as places of culture and for fostering of arts, where the audience is conceived as real actors, as central part of the system. Art exhibitions, mediation and educational activities, participative artworks development, public art exhibitions, public discussions and debates are some of the activities that characterize this approach.

MACELLO – BUTCH-ENNIAL
It was first conceived as an artist collective in 2012 with a self-organized and self-funded exhibition held in the interiors of a disused structure in Bolzano - Macello 47, in the wake of the heritage of the New York loft style of the 60’s. The main purpose behind the project is to share a vision of freedom, to let the artists use the space –physically and mentally– in order to exhibit their works in an unconventional artistic way. From the principles of freedom and unconventionality takes form the idea of a synergy between languages and forms of art in all its practices. The artist collective explores the relationship between art, society and communication: reflects on being in a space and on the interaction with it, so as to orient the artists, their interests and creativity, not just conceptually, even in a practical way.

THINK MORE ABOUT – DAYS OF SUSTAINABILITY 2013
The conference ‘Think more about - Days of Sustainability’ aims to inspire and encourage citizens, economists and politicians to live and act in a sustainable way. "The Art of Freedom" is the central theme of the days of sustainability scheduled for the third time in May, from 23 to 26, in Bressanone/Brixen, South Tyrol, Italy. More than 40 speakers and experts from Italy and abroad will discuss initiatives and projects on sustainable conducts and procedures. The art exhibitions’ program will offer the chance to discover and put into practice a sustainable lifestyle.

The exhibition “CineScope – The Art of Freedom” is kindly supported by:
Terra Institute | Enrico Giacomuzzi Gmbh - Kassensysteme, Hotelsoftware, Rigistrierkassen und Musiksysteme, Sistemi di cassa, Software per alberghi, Casse fiscali, Sistemi di musica | Huber Gmbh - Impianti elettrici e illuminazioni, Elektro- & Lichttechnik | MAL X von Gaetano Galluzzo Maler, Pittore | bauexpert SpA - costruire meglio - know how am Bau| Rubner Group & soligno Rubner – Holzhaus, Casa in legno | Leitner Solar & Leitner Electro AG | Südtirol Rad Bici Alto Adige – Fahrradverleih, noleggio bici | Ivo Records - recording & audio service | Mavis Folientechnik - Creativestudio & Werbewerkstatt | La Cantinota – enoteca

Contact
Giovanni Melillo Kostner
press@opencitymuseum.com

Cuartel - Headquarters for art & culture
Viale Ratisbona 11
39042 Bressanone/Brixen South Tyrol, Italy

www.opencitymuseum.com
info@opencitymuseum.com